10.27.09

Renata Paolucci: «Lo sgombero? Complica tutto Va sanzionato chi specula»

Archiviato in Primo piano tagged , at 19:33 by Blog Admin

Il sondaggio sulla sicurezza pubblicato dal mattino e il caso via Bassette tengono banco. Centro destra e centro sinistra si confrontano su un tema spinoso. Tema caro a Renata Paolucci , dell’Opera nomadi. «Spero proprio che in via Bassette non decidano per lo sgombero – spiega – complicherebbe tutto e non risolverebbe nulla. Piuttosto costringiamo chi affitta terreni privati ai rom di attrezzarli con bagni e quant’altro e non di costruire recinti e basta». A Padova ci sono circa 400 nomadi. In via Longhin i rom harvati sono circa 50. In via Tassinari ci sono 32 sinti. In terreni privati (le microaree private) ci sono altre 30 famiglie di sinti di origine tedesca. I rom serbi sono stati inseriti nelle case. «I numeri dicono che non c’è alcuna emergenza rom a Padova – sottolinea l’assessore Marco Carrai – Dopodiché noi siamo pronti a collaborare con il prefetto». «I rom sono un problema sociale – si inserisce il deputato del Pdl Filippo Ascierto – dove ci sono gli insediamenti aumentano i reati. C’è poco da fare. Sono per l’azzeramento del campo di via Bassette. Per quanto riguarda il sondaggio, mi fa piacere che la gente sia contenta dell’Esercito. Grazie ai militari i reati sono calati del 20 per cento». D’accordo con il questore, invece, Marco Marin consigliere del Pdl. «Non è possibile tollerare un qualcosa di abusivo per chissà quali fini sociali non identificabili – ha detto – Sulla sicurezza è necessario istituire sedi decentrate della polizia municipale e i vigili di quartiere per garantire la tranquillità ai padovani». «Vi stupirò – chiude Stefano Grigoletto – ma sulla faccenda di via Bassette sono d’accordo con il sindaco Zanonato. Sgomberare il campo non servirebbe proprio a nulla».

 

dal mattino di Padova 



I commenti sono chiusi