17.09.08

Relazione Scuola a.s. 2007/2008 Opera Nomadi e Comunicato stampa del Comune di Padova

Archiviato in Argomenti vari taggato , , at 23:33 by Blog Admin

 

Continua con la lettura »

07.11.07

Padova, Superamento dei campi; opinioni di maggioranza e opposizione

Archiviato in Argomenti vari taggato , , at 16:59 by Blog Admin


Settecentocinquantamila euro per costruire undici abitazioni in muratura per i sinti di via Tassinari e il superamento del campo di via Longhin. Li aveva chiesti due giorni fa l’assessore al Sociale e Vice Sindaco Claudio Sinigaglia, al ministro Paolo Ferrero.

Continua con la lettura »

07.03.07

Progetto di Legge Regionale nel Veneto

Archiviato in Argomenti vari taggato , , , at 10:00 by Blog Admin


Pubblichiamo di seguito la proposta di Legge Regionale stilata da un gruppo di Consiglieri Regionali capeggiata da Raffaele Zanon di Alleanza Nazionale e da Flavio Tosi della Lega Nord che è Assessore Regionale alla Sanità, condannato anche in appello per propaganda contro i Sinti Veneti di Verona.
Abbiamo già pubblicato interventi del gruppo di AN anche a livello cittadino (Padova) nei confronti dei Rom e dei Sinti.
Un progetto di legge stilato da queste persone non poteva essere diverso.

E’ un progetto di legge allucinante che denota l’estrema ignoranza (?), in materia, dei nostri amministratori regionali (tra l’altro già dimostrata in più occasioni, anche durante i dibattiti televisivi nelle TV locali). E’ una proposta di legge razzista, rivolta principalmente ai Rom stranieri che ancora praticano il nomadismo (?).
Non vengono minimamente tenuti in considerazione i Rom e i Sinti italiani ormai quasi tutti stanziali e i Rom stranieri stanziali (anche se nella relazione introduttiva vengono citati i dati dell’Opera nomadi). Praticamente si parla di campi di transito con il solito regolamento capestro dettato dal pregiudizio che vivano tutti al di fuori della legalità. Non si parla di diritti ma di azioni mirate a contrastare la loro condotta di vita che in maniera pregiudizievole viene considerata dai proponenti sempre ai margini della legalità. La scolarizzazione, ad esempio, non è un diritto per i figli dei Rom e Sinti, ma un modo per evitare lo sfruttamento degli adulti sui minori.
Infine in base alla proposta di legge, per poter essere “accolti” dalla Regione Veneto i Rom e i Sinti dovrebbero sottostare alle ferree regole imposte, pena l’allontanamento dai luoghi transito (si parla addirittura di orari di accesso ai campi).
L’idea del superamento dei campi nomadi è lontana anni luce, anche perchè riguarderebbe appunto i Rom e Sinti stanziali che, a quanto pare, per i ns. cari amministratori non esistono.
Crediamo sia urgente intervenire per contrastare tale proposta di legge.
Opera Nomadi di Padova

Riferimenti: TESTO COMPLETO DEL PROGETTO DI LEGGE

30.06.06

Sinti a Treviso, no agli sgomberi senza un progetto

Archiviato in Argomenti vari taggato , , , , , at 18:32 by Blog Admin


Giugno 2006

Finalmente una voce amica a Treviso è il capogruppo dei Ds, Brunetta, preoccupato dalle voci che danno per imminente un?operazione in via Da Milano: «Sono persone che hanno già patito abbastanza»

Nomadi, no agli sgomberi senza un progetto

La proposta: micro aree di sosta per i giostrai ancora in attività e la sistemazione in alloggi distribuiti sul territorio per le altre famiglie

(M.G.) «Dichiaro con fermezza che non ci possono essere sgomberi senza un progetto». L’affermazione recisa è di Ernesto Brunetta dei Democratici di sinistra, che ieri sera in consiglio si è diffuso in un accorato intervento sulla situazione del campo nomadi di via Da Milano, su cui da qualche tempo soffiano venti di sgombero. Alla seduta di ieri hanno assistito anche loro, un piccolo gruppo di nomadi che vivono nel campo di via Da Milano. «È per me motivo di disagio e profonda perplessità il continuo sentir parlare di un imminente sgombero del cosiddetto campo nomadi , dove ci sono cittadini lasciati per oltre 20 anni in condizioni disumane, cittadini che si dicono fieri di essere veneti prima che italiani – ha attaccato Brunetta -. Occorre un progetto, non si può ricorrere, come in altri casi è già avvenuto, alla sola permanenza in albergo di qualche giorno, seguita dalla forzata promiscuità degli sgomberati in alloggi già sovraffollati di parenti e amici».
Questo non solo per motivi di carattere morale, ha continuato il consigliere, ma anche di ordine pubblico. Brunetta ha avanzato alcuni suggerimenti: «Occorre considerare i diversi tipi di abitanti dell’attuale comunità, secondo mestieri e attitudini. Questo per consentire la realizzazione di microaree di sosta su terreno agricolo da convertire con variante di piano dotate dei servizi necessari, a favore delle poche famiglie di giostrai». Per gli altri l’assegnazione di alloggi comunali, «per la durata prevista dalla norma in attesa dell’accesso alla graduatoria per l’assegnazione delle case popolari. Questo soprattutto per le famiglie più giovani con bambini, i componenti delle quali spesso già lavorano, o agli anziani oppure ad altri che lo chiedano». Gli alloggi non possono essere tutti nello stesso luogo. «È ovvio, altrimenti si creerebbero ghetti e frizioni con i residenti. Gli alloggi dovrebbero essere distribuiti sul territorio, anche d’intesa con i comuni contermini».
Sullo stesso tema si è espresso anche Germano Zanetti, che ha criticato le multe comminate dalla polizia municipale ai nomadi la scorsa settimana: «Sappiamo che state lavorando alla questione, ma con quali risultati? Multe da 250 euro ai nomadi . Ridicolo. Le cose sono due: o queste multe dimostrano lo stato confusionale dell’amministrazione, oppure sono pleonastiche. Se c’è un progetto per lo sgombero a che cosa servono le multe? Se non c’è un progetto è ridicolo che la soluzione si riduca a questo».

Riferimenti: Opera Nomadi Treviso blocca lo sgombero

09.04.06

PROGETTO : SEGUENDO FIERE E SAGRE ? per alunni/e itineranti – Rom e Sinti

Archiviato in Argomenti vari taggato , , , , , , at 17:36 by Blog Admin

DESTINATARI
* Istituti Comprensivi Statali, Scuole Elementari, Scuole Medie Statali frequentate da alunni/e attrazionisti ? giostrai.

CAMPO DI APPLICAZIONE

· ICS ?Torri di Quartesolo 1? ? via A. Moro,7 Torri di Q. (VI)
· SMS ?Natale Dalle Laste? ? Marostica (VI)
· ICS ?L. Belludi? ? Piazzola s/B (PD)
· SMS ?Bellavitis? ? Bassano del Grappa
· ICS ?G. Marconi? ? San Giuseppe di Cassola (VI)
· ICS di Grantorto ? via Vitt. Em. III, 32 Grantorto (PD)
· SMS ?Bertazzoli? ? Piazzale Dante, 32 Carpenedolo (BS)
· ICS ?Roncalli? ? via G. Rossi, 38 Dueville (VI)
· ICS ?G. Galilei? ? Isola Vicentina (VI)
· ICS ?Vicenza 2? ? via Piovena, 31 Vicenza
· ICS ?Marco Polo? ? San Giorgio delle Pertiche (PD)
· ICS ?Zanella? ? Sandrigo (VI)
· SMS ?Riese Pio X°? ? Riese Pio X° (TV)

SOGGETTI COINVOLTI

· Operatori Scolastici (Dirigenti S., Docenti, ecc.)
· Alunni/e Attrazionisti ? Giostrai e loro Famiglie

PROGETTO

FINALITA? GENERALI

· Prevenire il disagio giovanile e contrastare il fenomeno dell?emarginazione attraverso lo sviluppo della individualità del bambino e dell?adolescente.
· Promuovere l?inserimento nella realtà sociale che di volta in volta è in relazione con la vita di alunni/e attrazionisti.
· Migliorare il rapporto Scuola ? Famiglia.
· Far acquisire un bagaglio culturale adeguato.

OBIETTIVI SPECIFICI

· Favorire la partecipazione alle attività scolastiche didattiche curriculari.
· Favorire l?acquisizione di strumenti adeguati per affrontare gli impegni scolastici in modo autonomo.
· Sostenere un equilibrato passaggio fra i diversi gradi di scuola.
· Promuovere il proseguimento scolastico e/o un adeguato inserimento nel mondo del lavoro o in contesti formativo-professionali.
· Garantire la qualificazione dell?esperienza nella scuola dell?obbligo, in modo che la frequenza diventi un?esperienza significativa.
· Stimolare la partecipazione alle iniziative di socializzazione, di gestione del tempo libero e di promozione di attività sportive, ludiche e culturali offerte dalle varie realtà locali.

SCUOLA PRIMARIA

Premessa : per la scuola primaria e secondaria di 1°, gli obiettivi didattici indicati sono da intendere quali tracce di riferimento da verificare (e modificare) in itinere rispetto a :
·potenzialità/difficoltà degli alunni/e stessi/e
·realtà scolastiche da loro frequentate.
In particolare, per la stesura degli obiettivi didattici della Scuola Primaria, inerenti Italiano e Matematica, sono state considerate:
a)le programmazioni finora adottate;
b)le indicazioni ministeriali relative alle Unità di Apprendimento della Legge 53/2004.
Per quanto riguarda i restanti ambiti disciplinari, ci si affida a quanto programmato nelle singole scuole frequentate in itinere da alunni/e giostrai. Gli argomenti di volta in volta trattati, se riportati nell?apposito ?Curricolo? adottato, saranno oggetto di verifica (con relativo recupero e/o consolidamento e/o approfondimento delle conoscenze) nella scuola successiva. Non si è voluto, infatti, proporre un percorso definito (sebbene con obiettivi e contenuti minimi) nella consapevolezza che:
·le recenti indicazioni ministeriali (Legge 53/2004) sono in via di applicazione;
·le realtà educative ? didattiche delle singole scuole risultano per questo estremamente diversificate;
·proporre un itinerario di apprendimento che esuli dalla realtà oggettiva dei singoli Istituti e Scuole potrebbe essere controproducente alla realizzazione del presente progetto.

OBIETTIVI DIDATTICI ? CLASSE 1
ITALIANO

1)COMUNICAZIONE ORALE

·Saper comprendere ed eseguire (o rispondere) correttamente semplici consegne;
·Saper ascoltare e comprendere il significato globale di diverse comunicazioni orali;
·Saper distinguere l?espressione dialettale da quella in lingua italiana;
·Saper riferire il vissuto personale seguendo l?ordine logico e cronologico dei fatti (narrare);
·Saper rivolgere, possibilmente in lingua italiana, domande adeguate per soddisfare bisogni conoscitivi, relazionali, affettivi.

2)TECNICHE DI LETTURA

·Riconoscere, con l?aiuto di tecniche, strategie e materiali vari, le lettere dell?alfabeto per l?avvio alla lettura;
·Saper decodificare semplici messaggi di tipo grafico ? pittorico;
·Saper leggere a voce alta semplici parole, cogliendone il significato.

3)SCRIVERE SEMPLICI TESTI

·Saper scrivere autonomamente parole o semplici enunciati

4)CONVENZIONI DI SCRITTURA

·Avvio al riconoscimento delle principali convenzioni ortografiche (ca-co-cu-chi-che-ci-ce-ghi-ghe-gi-ge-schi-sche-sci-sce-gn-gl-qu-cq-mp-mb-ecc.)

MATEMATICA

1)I NUMERI

·Riconoscere situazioni problematiche nell?esperienza di gioco, di vita quotidiana e di altre attività e prospettare diverse ipotesi di soluzione;
·Esplorare, rappresentare (con disegni, parole, simboli) e risolvere soluzioni problematiche utilizzando addizioni e sottrazioni;
·Realizzare esperienze visive, uditive, tattili e motorie sulla quantità, per contare;
·I numeri naturali nei loro aspetti ordinali e cardinali entro il 20;
·Concetto di maggiore, minore, uguale;
·Saper addizionare;
·Conoscere la simbologia dell?addizione e saperla applicare in situazioni problematiche legate al quotidiano;
·Intuire il concetto di sottrazione in situazioni reali.

2)GEOMETRIA

·Fare esperienze e giochi nello spazio in riferimento al proprio corpo;
·Riconoscere nella realtà che ci circonda le forme più ricorrenti;
·Riconoscere e denominare quadrato, rettangolo, triangolo e tondo (blocchi logici);
·Ricostruzione e realizzazione di puzzle;
·Fare esperienze e giochi nello spazio in riferimento ad altri oggetti.

3)MISURA ? INTRODUZIONE AL PENSIERO RAZIONALE

·Saper confrontare relazioni del tipo : lungo-corto, alto-basso, largo-stretto, piccolo-grande, pesante-leggero, capiente-meno capiente, spesso-sottile;
·Compiere semplici indagini statistiche legate all?esperienza quotidiana, rappresentando i dati raccolti con ideogrammi e successivamente con istogrammi;
·Classificazione di oggetti e figure secondo un criterio: formazione di un insieme.

OBIETTIVI DIDATTICI- CLASSE 2
ITALIANO

1)COMUNICAZIONE ORALE

·Saper descrivere oggetti, animali, ambienti e persone conosciute usando semplici frasi;
·Saper fantasticare prendendo spunto da racconti, immagini, suoni, ?

2)TECNICHE DI LETTURA

·Saper leggere semplici e brevi testi;
·Sapore comprendere il significato globale e principale dei semplici testi letti;
·Saper individuare parole non conosciute.

3)SCRIVERE SEMPLICI TESTI

·Saper costruire e ricostruire frasi attraverso combinazioni varie;
·Saper produrre semplici e brevi testi, legati al vissuto del bambino/a.

4)CONVENZIONI DI SCRITTURA

·Consolidare il riconoscimento delle principali convenzioni ortografiche (ca-co-cu-chi-che-ci-ce-ghi-ghe-gi-ge-schi-sche-sci-sce-gn-gl-qu-cq-mp-mb-ecc.);
·Saper cogliere le concordanze fra parole (articolo ? nome ? azione).

MATEMATICA

1)I NUMERI

·Leggere e scrivere i numeri naturali entro il 100, in ordine crescente e decrescente;
·Eseguire addizioni e sottrazioni in colonna (con o senza cambio);
·Conoscere la simbologia della sottrazione e saperla applicare in situazioni problematiche legate al quotidiano;
·Avviare al concetto di moltiplicazione e simbolizzazione dell?operazione (addizione ripetuta e schieramenti);
·Risolvere semplici problemi matematici riferiti all?esperienza, con una domanda e un?operazione (addizione e sottrazione);
·Comprendere il valore posizionale delle cifre.

2)GEOMETRIA

·Localizzare oggetti nello spazio prendendo come riferimento sia se stessi, sia altre persone e oggetti, e usare correttamente i termini a destra/a sinistra;
·Effettuare percorsi diretti e inversi su una griglia;
·Individuare caselle o incroci sul piano quadrettato mediante coppie ordinate;
·Studiare le linee e classificarle secondo i seguenti criteri: linee aperte-chiuse, semplici-intrecciate;
·Costruire e usare figure geometriche piane per realizzare composizioni.

3)MISURA

·Confrontare due o più lunghezze mediante sovrapposizioni;
·Introdurre il concetto di equilibrio: uso della bilancia a due bracci;
·Avvio al confronto di grandezze (estensione, peso, capacità).

4)INTRODUZIONE AL PENSIERO RAZIONALE ? DATI E PREVISIONI

·Avvio ad un corretto uso delle espressioni : ?è sicuro?, ?è possibile?, ?è impossibile?;
·Rappresentare dati statistici legati al quotidiano mediante grafici a colonne o tabelle;
·Classificazione di oggetti e figure secondo una proprietà e la sua negazione: uso del connettivo ?non? per indicare l?insieme complementare;
·Uso dei quantificatori ?tutti, ogni, alcuni, nessuno, ciascuno?.

OBIETTIVI DIDATTICI- CLASSE 3
ITALIANO

1)COMUNICAZIONE ORALE

·Saper utilizzare gli elementi soprasegmentali: l?intonazione della voce, il ritmo, l?uso delle pause, quali indicatori dell?intenzione comunicativa, anche attraverso un linguaggio mimico ? gestuale;
·Fissare in una comunicazione e in una discussione le informazioni più importanti e saperle riutilizzare.

2)TECNICHE DI LETTURA

·Saper leggere in modo abbastanza corretto, rispettando la punteggiatura fondamentale;
·Comprendere la funzione comunicativa di un testo letto;
·Avviare al riconoscimento della struttura di un testo (informazioni principali e quelle secondarie);
·Saper individuare parole e concetti chiave e comprenderne il significato.

3)SCRIVERE SEMPLICI TESTI

·Saper produrre testi di tipo descrittivo , collettivamente o in piccolo gruppo;
·Saper completare un racconto (parte iniziale, parte finale, testo a buchi);

4)CONVENZIONI DI SCRITTURA

·Saper comprendere la funzione ed usare correttamente i segni fondamentali di punteggiatura (punto, virgola, punti esclamativo ed interrogativo);
·Saper cogliere la concordanza delle parole nella frase (articolo, nome, aggettivo e azione);
·Cenni sull?uso del vocabolario.

MATEMATICA

1)I NUMERI

·Approfondire le conoscenze del valore posizionale delle cifre;
·Leggere e scrivere i numeri naturali oltre il 100, orinandoli in senso crescente e decrescente;
·Consolidare le conoscenze della moltiplicazione;
·Avvio alla costruzione della tabella della moltiplicazione e alla sua utilizzazione;
·Intuire il concetto di divisione in situazioni reali;
·Consolidare la tecnica dell?addizione e della sottrazione con il cambio;
·Risolvere semplici problemi matematici riferiti all?esperienza, con una domanda e un?operazione (addizione, sottrazione e moltiplicazione);

2)GEOMETRIA

·Riconoscere le più semplici figure piane e solide nell?ambiente circostante;
·Riconoscere e tracciare linee (aperte-chiuse, curve-rette, ecc. ?)
·Riconoscere e tracciare linee orizzontali e verticali;
·Introduzione al concetto di simmetria assiale.

3)MISURA

·Confrontare il peso di due oggetti
·Confrontare la capacità di due recipienti;
·Confrontare durate temporali;
·Costruire campioni arbitrari per effettuare misure di lunghezza.

4)INTRODUZIONE AL PENSIERO RAZIONALE ? DATI E PREVISIONI

·Ripresa dell?uso dei quantificatori ?tutti, nessuno, ogni, qualche? e introduzione di ?almeno uno?;
·Utilizzare in situazioni significative i termini: possibile, impossibile, certo;
·Effettuare semplici indagini statistiche; tabulare e rappresentare i dati con tabelle, semplici istogrammi e/o diagrammi.

OBIETTIVI DIDATTICI- CLASSE 4
ITALIANO

1)COMUNICAZIONE ORALE

·Avviare alla capacità di riconoscere gli elementi essenziali di una situazione comunicativa (emittente, ricevente, canale, scopo, individuare vari tipi di registri e riflettere sulle loro differenze);
·Saper verbalizzare fatti e/o esperienze in modo corretto e abbastanza completo.

2)TECNICHE DI LETTURA

·Saper comprendere ed analizzare brevi testi

3)SCRIVERE SEMPLICI TESTI

·Saper produrre testi di tipo descrittivo e narrativo, collettivamente o in piccolo gruppo;
·Saper revisionare la correttezza ortografica del testo composto;
·Saper sintetizzare un brano sulla base di uno schema per punti.

4)CONVENZIONI DI SCRITTURA

·Saper cogliere la concordanza delle parole nella frase (articolo, nome, aggettivo, pronomi personali e azione);
·Utilizzo del vocabolario, con l?aiuto dell?insegnante.

MATEMATICA

1)I NUMERI

·Consolidare le conoscenze della divisione;
·Saper eseguire addizioni e sottrazioni in colonna con cambio;
·Saper eseguire tecnicamente moltiplicazioni e divisioni con moltiplicatore e divisore di una cifra, con l?uso della tabella della moltiplicazione;
·Nozione intuitiva e legata a contesti concreti della frazione e loro rappresentazione simbolica;
·Risolvere problemi anche legati al quotidiano a due domande con due operazioni;
·Avvio alla conoscenza dei numeri decimali con la virgola.

2)GEOMETRIA

·Acquisire il concetto di angolo: a) come parte del piano; b) come rotazione, in contesti concreti;
·Consolidare il concetto di simmetria assiale e avvio allo studio;
·Avviare al concetto di perimetro;
·Avviare al concetto di estensione piana e di equiestensione, anche in contesti concreti.

3)MISURA

·Conoscere le misure convenzionali di lunghezza, peso, capacità e tempo: misurazioni e calcoli;
·Comprendere la ?convenienza? ad utilizzare unità di misura convenzionali e familiarizzare con il sistema metrico decimale.

4)INTRODUZIONE AL PENSIERO RAZIONALE ? DATI E PREVISIONI

·Consolidamento dei seguenti argomenti: a) classificazione secondo due criteri; b) formazione di insiemi e relativa rappresentazione mediante diagrammi; c) i connettivi ?e? e ?non?; d) i quantificatori
·Consolidare le capacità di raccolta dei dati e avviare alla distinzione del carattere qualitativo da quello quantitativo;
·Introduzione alla conoscenza delle cifre romane.

OBIETTIVI DIDATTICI- CLASSE 5
ITALIANO

1)COMUNICAZIONE ORALE

·Saper comprendere il significato globale di una conversazione, di una discussione, di una lettura, di una consegna, di una istruzione o di un messaggio videoregistrato, passando da un approccio globale ad uno via via sempre più analitico;
·Saper porre domande, formulare semplici ipotesi, comunicare e relazionare.

2)TECNICHE DI LETTURA

·Saper sintetizzare un semplice testo

3)SCRIVERE SEMPLICI TESTI

·Saper produrre testi di tipo descrittivo, narrativo e argomentativo, collettivamente o in piccolo gruppo;
·Saper revisionare la correttezza ortografica e la coerenza del testo composto;
·Saper ricavare lo schema logico di semplici brani per un avvio alla sintesi.

4)CONVENZIONI DI SCRITTURA

·Saper cogliere la concordanza delle parole nella frase (articolo, nome, aggettivo, pronomi personali, modi e tempi dei verbi regolari);
·Saper usare il vocabolario.

MATEMATICA

1)I NUMERI

·Risolvere i problemi con due o più operazioni;
·Calcolare la frazione di un numero;
·Consolidamento della conoscenza dei numeri decimali con la virgola;
·Eseguire per iscritto le quattro operazioni aritmetiche con i numeri naturali con o senza virgola;
·Fare previsioni sui risultati di calcoli eseguiti con mini calcolatrici.

2)GEOMETRIA

·Confrontare angoli ed avviare una prima classificazione;
·Consolidare il concetto di perimetro;
·Consolidare il concetto di estensione piana e di equiestensione di semplici figure piane attraverso scomposizione e ricomposizione.

3)MISURA

·Ipotizzare quale unità di misura sia più adatta per misurare realtà diverse (es. : la distanza Roma-New York, la circonferenza di un anello, la superficie di un campo da calcio, ecc.).

4)INTRODUZIONE AL PENSIERO RAZIONALE ? DATI E PREVISIONI

·Verificare, attraverso esempi, un?ipotesi formulata;
·Partendo dall?analisi di un semplice testo di problema, individuare le informazioni necessarie per raggiungere un obiettivo, organizzare un percorso di soluzione e realizzarlo;
·Consolidare le capacità di raccolta dei dati e saper distinguere il carattere qualitativo da quello quantitativo;
·Consolidare la conoscenza delle cifre romane.

Le Referenti del Progetto
Insegn. Elisa Marini e Paola Sarzo

Riferimenti: Relazione finale :- scuola itinerante fra fiere sagre